Leylandii

Il Leylandii è una delle specie più utilizzate tra i Cipressi, ed è particolarmente utile per creare siepi alte e fitte.

La siepe di Leylandii

Il Cupressus leylandii, sviluppandosi in altezza ed in modo compatto, risulta una siepe frangivento molto comoda per dividere il proprio giardino da quello dei vicini o dalla strada, perché crea una “muro” verde molto elegante, che vi garantirà la giusta privacy dei vostri spazi senza l’effetto soffocante di una parete di mattoni.
Ha una crescita veloce ed è facile seguirne lo sviluppo. Resiste bene sia al freddo che alla salsedine, sia in posizioni di mezz’ombra che di pieno sole. L’unica accortezza è seguirne le annaffiature durante l’estate, dato che nelle nostre zone le temperature sono molto elevate.
Necessità però di spazio, in quanto la distanza di impianto tra un esemplare e l’altro deve essere di circa 1,5 o 2 metri e di almeno 80 cm dal eventuali muri. Il Leylandii ha infatti bisogno di spazio per crescere in modo uniforme.

Come concimare il Leylandii?

Una concimazione regolare, soprattutto quando la pianta è giovane e si sta ancora formando, è di grande aiuto per una crescita armoniosa.

Se parliamo di Leylandii coltivati in aiuola vi consigliamo dei concimi a lenta cessione, da distribuire in autunno ed in primavera, oppure una concimazione organica, come lo stallatico.

Nel caso di piante coltivate in vaso il tipo di concimazione preferibile dipende dalle dimensioni della vostra pianta: se per esemplari grandi e già radicati la concimazione a lenta cessione è perfetta, per esemplari più piccoli, ancora in via di sviluppo, è preferibile optare per un concime liquido da diluire nell’acqua di annaffiatura. Le sostanze nutritive del concime liquido saranno infatti subito disponibili per l’assorbimento da parte delle radici, donando alla nostra pianta energia sempre pronta per la sua crescita.

Quando si pota il Leylandii?

Il Leylandii è una siepe che necessita di una potatura regolare, soprattutto per mantenerla bella fitta e compatta. Solitamente, in piante adulte, si interviene in autunno ed all’inizio della primavera.
La potatura è indispensabile anche per limitare la crescita in altezza del Leylandii. Il nostro Cipresso infatti, lasciato a sé stesso potrebbe raggiungere altezze considerevoli, anche oltre i 15 metri.

Se effettuate personalmente la potatura ricordate sempre di utilizzare attrezzi da taglio ben affilati e puliti, in modo da non danneggiare i tessuti della pianta. Un ramo malamente strappato, magari tagliato con una lama sporca, può infatti essere la porta d’ingresso per malattie fungine. Se durante la potatura avete necessità di tagliare dei rami di più grandi dimensioni potete chiudere la ferita con del mastice per piante, ancora meglio se di quelli che contengono anche del rame, per disinfettare la zona e aiutare la salute della vostra siepe.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.