Lantana

La Lantana è un cespuglio perenne molto apprezzato nei giardini mediterranei ed in terrazze e balconi, per la sua abbondante fioritura colorata e l’ottima resistenza al caldo ed al sole diretto. Ne esistono due varietà che possono essere utilizzate o come siepe e bordura oppure come ricadente o strisciante.

La varietà più diffusa è la Lantana camara, con fusti spinosi e una fioritura prolungata e abbondante dalla primavera all’autunno. Sviluppa anche piccole bacche di cui si nutrono gli uccellini. Si sviluppa a cespuglio, oppure come piccolo alberello, se correttamente impostata in vivaio, e può superare anche i due metri. Molto apprezzata per bordura, poiché molto ramificata e fitta già dalla base.

Dal portamento prostrato invece la Lantana sellowiana, ottima come tappezzante e come ricadente.

Dove posizionare la Lantana?

La Lantana necessità di una posizione luminosa, in pieno sole o ombra luminosa, con un terreno ben drenato e privo di ristagni idrici. La posizione luminosa è fondamentale, poiché la carenza di sole porta la pianta a non fiorire, perdendo gran parte della sua bellezza. È anche molto resistente al clima marittimo, ottima per ville e giardini vicino al mare.

Durante l’inverno non ha particolari esigenze alle nostre latitudini, e può tranquillamente essere lasciata in giardino, dato che si defoglia parzialmente o totalmente.

Come irrigare e concimare la Lantana?

Come tutte le piante con una fioritura abbondante, la Lantana ha necessità di essere nutrita per restare bella ed in saluta. Non fate quindi mancare la concimazione, che può essere granulare a lento rilascio se la coltivate in aiuola, due o tre volte l’anno, oppure liquida, se la coltivate in vaso.

Le irrigazioni devono essere regolari ma evitando eccessi e ristagni idrici nel terreno. Verificate sempre che il terreno sia asciutto prima di bagnare nuovamente. Se avete dubbi potete seguire i nostri consigli sulle bagnature.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.