Bergenia

La Bergenia è chiamata anche “fiore di S. Giuseppe”, perché – anni fa – fioriva a metà marzo. Oggi, con il cambiamento climatico, la Bergenia crassifolia schiude i bocci anche a metà gennaio, prolungando lo spettacolo sino a fine marzo. La versione classica è rosa intenso: produce una pannocchia di fiorellini campanulati, portata da uno stelo di 20 cm, anche bianchi, rosa porpora e quasi rossi nelle nuove varietà.

È una perenne di piccole dimensioni, bella in tutte le stagioni grazie alle foglie grassocce, ovali o cuoriformi, di colore verde scuro, che si arrossano in autunno, portate da corti fusti semilegnosi.

Vive benissimo in vaso (anche per 40 anni!) e in giardino, a condizione di ombreggiarla da aprile a settembre: volendo, sta benissimo in ombra tutto l’anno.

Rinvasatela al bisogno, in un vaso non eccessivamente grande, dopo la sfioritura solo se le radici sono uscite dal foro di drenaggio: per fiorire deve “stare stretta”; ponete 2 dita d’argilla espansa sul fondo e aggiungete un buon terriccio universale. Bagnatela bene ma solo su terriccio asciutto. Concimatela con un prodotto granulare universale in primavera ed autunno.

Si ringrazia AICG per la collaborazione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.