Concorso per le scuole “Un natural Natale”

Natale 2015

Per queste festività natalizie Casanatura vivaio di Mattia Malcore ha indetto un concorso per scuole primarie e secondarie di primo grado della provincia di Taranto dal nome “Un natural Natale”.

Lo scopo è sensibilizzare i bambini e i ragazzi al tema della natura e al possibile utilizzo degli elementi naturali in alternativa all’uso eccessivo di prodotti commerciali, spesso dal pesante impatto ambientale. Attraverso la partecipazione al concorso gli alunni saranno stimolati a riflettere sull’argomento in modo autonomo, creando elaborati originali ed avvicinandosi ad una positiva “cultura del verde” e dell’ambiente.

Il concorso si articolerà in due sezioni: per i bambini della scuola primaria si richiede l’elaborazione di un opera grafica; per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado si richiede invece la costruzione di un piccolo presepe utilizzando elementi naturali.

La partecipazione a concorso è gratuita.

Tutti gli elaborati saranno giudicati da una votazione pubblica in occasione della mostra degli stessi che avverrà presso il vivaio dal 19 al 24 di dicembre.

Per i primi, secondi e terzi classificati di ogni sezione sono messi in palio dei buoni spesa per l’acquisto di piante e accessori per l’arredo verde della scuola.

Le modalità di partecipazione e tutti i dettagli sono specificati nel regolamento

Le Opere

SEZIONE SCUOLE PRIMARIE

A001 – DIPINGIAMO UN NATALE CON ALBERI E COLORI PIU’ BELLO DI IERI
“Nell’immaginario di ogni bambino esiste qualcosa di magico, nel nostro c’è l’abero di Natale che immerso nel suo habitat naturale esprime tutto il suo splendore rendendo possibile ogni desiderio!
“Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata” A.E.”

A002 – “BUON” NATALE…
“Il collage vuole rappresentare, con un gioioso scambio di uolo tra i personaggi classici del presepe tradizionale e la frutta, la semplicità con la quale è possibile rappresentare questa santa ricorrenza.”
“Stamattina abbiamo avuto un’idea geniale:
festeggiamo il Naturalnatale!
Di frutta ce n’era tanta e di più:
e una susina al posto di Gesù!
Per Giuseppe una melanzana
e per stella cometa, una banana!
La mela robusta e rotonda
ha sul capo le corna.
Pecorelle con chicchi d’uva
per far più dolce ai pastori quest’avventura…
Gli ananas Magi
portano in dono
aria, acqua e terra
per sconfiggere l’effetto serra.
Con un presepe così abbigliato
il gusto è assicurato!
A tutti gli uomini dell’Universo
un Natale di gusto nel giusto verso!!!”

A003 – I COLORI DEL NATALE
“I bambini hanno scelto di rappresentare il Natale mettendo insieme tre elementi: la natività, i bambini di tutto il mondo, i colori.
I colori esprimono i sentimenti più “buoni” della gente e la gioia di vivere il Natale!”

A004 – “BUON VERDE NATALE!”
“Cartellone dedicato ad un Natale vissuto all’insegna del rispetto della natura e dell’ambiente. Il disegno è stato realizzato con tecniche varie”

A005 – NATURAL NATALE
“Il progetto che abbiamo voluto rappresentare si chiama “Heyman” e ha preso spunto da una poesia di Gino Paoli.
Il lavoro raffigura dei bambini di diversa nazionalità e religione che addobbano l’albero con le loro speranze per un futuro migliore. Le quattro mani rappresentano il pensiero di ciascuno di noi.”

A007 – NATURAL TREE
“La chioma dell’albero è state realizzata utilizzando materiale di scarto di una falegnameria. Le bacche sono state reperite da una pianta spontanea e le decorazioni a forma di cuore sono state ricavate dalle bucce di mandarini”

A008 – RESPIRI-AMO IL NATALE
“Gli alunni hanno prodotto il loro lavoro pensando al Natale, non solo come un momento di gioia, ma anche come un periodo in cui riflettere sul riciclaggio e sul rispetto della natura attorno a noi da amare.”
“Nutrirsi come conoscenza, nutrirsi come cultura, nutrirsi come rispetto delle culture e del diverso.
Forse è proprio questa l’occasione giusta per raccontare come non sia sempre facile garantire un giusto apporto di cibo a tutte le popolazioni e, dunque, insegnare il rispetto per quello che troviamo nelle nostre tavole ogni giorno è fondamentale.
I bambini del mondo, oltre ad avere un’alimentazione diversificata, sono spesso soggetti all’indisponibilità di risorse indispensabili per la propria crescita.
La mascotte di Expo Milano 2015 racchiude i temi fondamentali della manifestazione proponendoli in chiave positiva, originale, empatica.
E’ sincero, saggio, rispettoso e amante della sana e buona cucina.
Ecco perché FOODY si è voluto trasformare in un magnifico ALBERO DI NATALE!

A009 – VERDE NATAL
“Gli alunni hanno realizzato un elaborato dal titolo “Verde Natal” (prendendo spunto dalle note del noto canto “Bianco Natale”) immaginando un Natale immerso nella natura, nel “verde”.
Si tratta di un disegno/collage rappresentato su un cartellone in cui i bambini hanno voluto rappresentare il Natale dal punto di vista naturalistico.
Gli alunni hanno incollato, su uno sfondo di alcuni disegni di paesaggi diversi e ambientati nelle diverse stagioni, un abete addobbato con elementi naturali:
– le palle di Natale sono dei ritagli di paesaggi,
– le candeline sono abeti più piccoli,
– il puntale è una ghirlanda naturale.
Il tutto ovviamente riprodotto sotto forma di disegni.
Il verde è pertanto l’elemento principale dell’opera, ed è per questo che i paesaggi disegnati non sono ambientati solo nella stagione invernale, ma anche con elementi e colori della primavera, considerati come simbolo di vita e di natura che nasce e vive.”

SEZIONE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO

B001 – GESU’ NASCE ANCHE TRA I NOSTRI ULIVI ABBATTUTI
“L’idea del presepe nasce dalla recente condanna a morte degli ulivi pugliesi a causa della Xylella. I secolari ulivi raccontano e rappresentano parte della storia umana: le piante di ulivo, fin dall’antichità, hanno simboleggiato per gli uomini elementi sacri e religiosi, hanno dato origine a tradizioni e leggende e hanno ispirato grandi poeti e letterati (da D’annunzio a Lorca, da Neruda a Montale).
E’ per questo motivo che la natività non si trova in una capanna ma è la corteccia di un ulivo morente che diventa il luogo che accoglie, protegge ed è testimone della nascita del Salvatore.
L’elaborato è stato costruito da alcuni allievi che sono stati fin da subito protagonisti attivi: hanno collaborato dalla fase organizzativa e progettuale, alla raccolta dei materiali, fino all’esecuzione concreta del presepe. Già nella progettazione, gli allievi hanno cercato materiale naturale (raccolto nelle campagne e nelle cave limitrofe) cercando di ridurre al minimo l’uso di sostante artefatte.
– La capanna è fatta da corteccia di albero e rami di ulivo
– I personaggi sono stati creati con la pasta di sale e con la pasta di amido e colorati con una soluzione acquosa colorata dall’aggiunta di paprica, cannella e succo di barbabietola
– Il bue e il pastore sono stati colorati con polvere di caffè, l’asino con la grafite (presa dalle matite)
– la stella è fatta dalla scorza di un limone
– la strada è fatta di sabbia
– le aiuole sono fatte da fiori secchi
– i fasci di rami sono stati legati con la paglia
– il substrato (pannello di compensato) è stato ricoperto da terriccio e caffè.

B002 – LA SACRA FAMIGLIA NELLA NATURA
“Gli alunni hanno usato solo materiali naturali trovati nel cortile della scuola. Come base è stato usato un sottovaso riempito di zolle di terra con trifogli ed erba. La capanna è stata costruita con corteccia secca di albero, sempre prelevato da alberi esistenti all’interno della scuola. Per la base della capanna i ragazzi hanno usato una foglia secca. Tutti i personaggi sono stati assemblati con parti di pigne, dando vita al bue , all’asinello e Maria, San Giuseppe, il bambinello e i tre re Magi. Sulla Madonnina è stato incollato come mantello un petalo di rosa blu e su San Giuseppe una foglia secca come mantello, per il giaciglio del bambinello hanno usato foglie secche e piccole margherite. Per la stella cometa presente sulla capanna è stata usata una foglia ritagliata a stella cometa. Il sottovaso è stato infine ricoperto da corteccia di albero e foglie secche. Sono state sucessivamente aggiunte piccole pietre.
Gli alunni hanno cercato di esprimere al meglio l’atmosfera nataliza nella natura, mettendo in evidenza la semplicità e la bellezza del mondo che ci circonda dando vita così alla creatività.

B004 – IL NATALE… UN VIAGGIO LUNGO 2000 ANNI
“Una valigia, simbolo del viaggio, racchiude al suo interno gli elementi simbolici della natività. Una valigia racconta di un viaggio, avvenuto duemila anni fa, di una famiglia alla ricerca di un luogo nel quale soggiornare e crescere, alla ricerca di una casa nella quale vivere. Una famiglia che non trovava ospitalità. Una famiglia alla ricerca di serenità.
Oggi, come allora, la Sacra Famiglia rappresenta le famiglie di ogni parte del mondo, chi alla ricerca di una casa, chi di una patria, chi semplicemente di un luogo dove vivere meglio o fare crescere bene i propri figli.
Tutti, sempre, alla ricerca di pace e serenità.”

“Gli studenti hanno partecipato direttamente in attività di brain storming, progettazione partecipata del presepe e realizzazione dello stesso con l’uso di materiali naturali e di riciclaggio quali legno, corteccia, sughero, foglie, paglia, sassolini, cartone, ritagli di stoffa, ecc.
Sono stati costituiti n.3 gruppi di lavoro, “gruppo valigia”, “gruppo Capanna”, “gruppo personaggi”, in cui gli studenti hanno lavorato in orario scolastico ed extrascolastico, ognuno seguendo un programma di lavoro ben definito. Al termine del lavoro di gruppo gli studenti si sono cimentati insieme nella fase di assemblaggio e completamento dei tre elementi.”

B005 – UN PRESEPE INCANTANTO NEL BOSCO
“In una gelida notte d’inverno, tra le case di un piccolo paesino posto in una radura di un fitto bosco, sta per accadere qualcosa di magico. In una grotta abbandonata con solo un grosso bue, un esile asinello e un po’ di paglia per terra viene alla luce un bambino di nome Gesù. La sua mamma Maria e il suo papà Giuseppe lo avvolgono in fasce e lo depongono in una mangiatoia, dove c’è il fieno per gli animali, per tenerlo al caldo e farlo dormire. Alcuni pastori, che vegliavano di notte sul proprio gregge, furono all’improvviso avvolti da una grande luce e un angelo che gli apparve disse loro: “Non abbiate paura, sono qui per annunciarvi una grande gioia: oggi è nato quello che sarà il più grande di tutti i re”.

“Il presepe è stato realizzato interamente con materiali naturali e riciclati: le case sono state costruite con sughero e corteccia secca di alberi. Con quest’ultima sono state realizzate, inoltre, le pareti della struttura e la grotta della Natività. Il terreno è ricoperto di muschio e le stradine create con piccoli sassolini; le pale del mulino sono in legno riciclato, come anche la scalinata sulla destra, la quale è stata poi ricoperta con una mistura di colla e tufo. I personaggi, infine, sono stati realizzati con pasta di mais e in seguito decorati.”

B006 – IN UNA NOTTE IN UNA CAPANNA
” Piccoli personaggi in das su base di cartone e paglia”

B007 – PROFUMO DI NATALE
“Al fine di sensibilizzare gli alunni alla conoscenza e utilizzo di materiali naturali per la realizzazione del presepe si sono svolte delle lezioni in classe in modo interdisciplinare ai fini di una migliore scelta dei materiali da utilizzare. Gli alunni entusiasti nel voler partecipare a questo concorso, hanno portato da casa svariati materiali (coinvolgendo le proprie famiglie), per la realizzazione del Presepe. I materiali selezionati sono i seguenti: spezie tipiche della macchia Mediterranea (alloro, rosmarino, pepe in grani, mais, salvia, finocchietto selvatico, menta), piantine grasse, legumi, stoffe, tappi di sughero, mais, pop corn. Inoltre gli alunni con le insegnati e l’autorizzazione del dirigente scolastico hanno raccoto nel giardino della scuola foglie di edera, di ulivo, corteccia di albero al fine di una conoscenza e rispetto del verde.”

B008 – GESU’ VIENE AD ABITARE LA TERRA
“Un cestino di giunchi, lavorato da mani d’uomo, diventa la capanna che accoglie il Signore della vita, che non abbandona la sua creazione ma la abita, perché possa diventare luogo di pace, speranza e amore.
Gesù indica all’uomo la relazione armonica che deve avere con la natura, infatti ci sono foglie, piante ed i personaggi, realizzati con tappi di sughero riciclati riportano ad una cultura ecologica che renderebbe il pianeta più bello.
Inoltre il presepe ci indica l’universalità della salvezza, per il creato e per tutta l’umanità rappresentata dai magi.”

I Vincitori

Siamo molto felici di annunciare i vincitori del concorso “Un natural Natale” 2015.

Tutti i partecipanti hanno profuso impegno e fantasia nei progetti presentati e in particolare siamo stati lieti nel constatare che tutti hanno risposto allo scopo cardine del progetto: creare un momento di riflessione per grandi e piccini su come sia possibile vivere lo spirito del Natale più vicini alla natura e nel rispetto dell’ambiente.

Invitiamo tutti  a partecipare alla cerimonia di premiazione che si terrà domenica 17 gennaio 2016 alle ore 10:00 presso il vivaio.

La classifica è la seguente:

Sezione scuola primaria:
1° posto: scuola L.Sciascia, Talsano-Taranto, codice di voto A005, con 63 voti;
2° posto: scuola R. Frascolla, San Vito-Taranto, codice di voto A008, con 59 voti;
3° posto: scuola G. Falcone, Paolo VI-Taranto, codice di voto A004, con 27 voti;
4° posto: scuola XXV Luglio-Bettolo, Taranto, codice di voto A002;
5° posto: scuola V. Alfieri, Taranto, codice di voto A001;
6° posto: scuola Don Bosco, Grottaglie, codice di voto A009;
7° posto: scuola Renato Moro, Taranto, codice di voto A003;
8° posto: scuola Livio Tempesta, Taranto, codice di voto A007.

Sezione scuola primaria di secondo grado:
1° posto: scuola Giovanni XXIII, Statte, codice di voto B001, con 83 voti;
2° posto: scuola R. Frascolla, San Vito-Taranto, codice di voto B004, con 77 voti;
3° posto: scuola Michele Greco, Manduria, codice di voto B005, con 33 voti;
4° posto: scuola Renato Moro, Taranto, codice di voto B002;
5° posto: scuola U. Foscolo, Talsano-Taranto, codice di voto B008;
6° posto: scuola V. Alfieri, Taranto, codice di voto B006;
7° posto: scuola L. Pirandello, Paolo VI-Taranto, codice di voto B007.

La premiazione

Si è svolta il 17 gennaio 2016 la premiazione del concorso “Un natural Natale” 2015 rivolto alle scuole della provincia di Taranto.Alla presenza del Direttore dell’ufficio scolastico provinciale dott. Cataldo Rusciano sono stati consegnati i premi per le scuole vincitrici del concorso.Il concorso, bandito da Casanatura vivaio ed aperto a tutte le scuole primarie e secondarie di I grado della provincia di Taranto, ha avuto come scopo quello di creare un momento di riflessione su come sia possibile vivere lo spirito del Natale più vicini alla natura e nel rispetto dell’ambiente, sensibilizzando i bambini e i ragazzi al tema della natura e al possibile utilizzo degli elementi naturali in alternativa all’uso eccessivo di prodotti commerciali, spesso dal pesante impatto ambientale, stimolandoli a riflettere sull’argomento in modo autonomo, creando elaborati originali ed avvicinandosi ad una positiva “cultura del verde” e dell’ambiente.Al concorso hanno partecipato otto scuole primarie e sette secondarie di I grado, e di queste le prime tre classificate di entrambe le sezioni saranno premiate con dei buoni spesa per l’arredo verde delle scuole stesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.