Piante carnivore

Piante carnivore

Le piante carnivore hanno la fama di piante dalla difficile coltivazione. In realtà con delle piccole attenzioni e le informazioni giuste sono piante che danno molte soddisfazioni.

 

Gli elementi indispensabili da tenere a mente sono tre: acqua, sole e torba. Il terreno torboso aiuta a mantenere la giusta, abbondante, quantità di acqua necessaria alla pianta e presenta un ph compreso tra 3 e 4,5.

L’acqua deve essere sempre abbondante, e a riguardo si consiglia di utilizzare dei sottovasi, in modo da poter lasciare sempre un po’ di acqua sul fondo. In generale si può utilizzare l’acqua comune, ma se è possibile è sempre meglio acqua piovana o demineralizzata, prive di sali che se si accumulano troppo possono danneggiare la pianta. Per lo stesso principio le piante carnivore non vanno mai fertilizzate.

La posizione è l’ultimo elemento essenziale: posizionate le vostre carnivore in ambiente luminoso e non spostatela troppo frequentemente. Alcune varietà necessitano di freddo durante l’inverno, per entrare in dormienza e rivegetare meglio in primavera, mentre altre varietà, di origine tropicale, come le nepenthes, hanno necessità di temperature costanti. Informatevi con precisione al momento dell’acquisto.

 

L’effettiva disponibilità può variare in base al periodo. Per ogni informazione contattateci.

 

piante_carnivore (9) piante_carnivore (1) piante_carnivore (8) piante_carnivore (7) piante_carnivore (6) piante_carnivore (5) piante_carnivore (4) piante_carnivore (3) piante_carnivore (2)