Arbusti, siepi ed erbacee perenni

Quando vi affacciate per la prima volta alla realizzazione del vostro giardino capita spesso che vi sentiate un po’ spaesati dal linguaggio tecnico.
Cerchiamo quindi di fare un minimo di chiarezza, e spiegarvi perché in alcune occasioni è importante saper distinguere tra le diverse tipologie, per aver modo di curare al meglio le nostre piante.

Gli arbusti ornamentali sono quelle piante perenni, ovvero che vegetano e fioriscono ogni anno, con uno o più fusti legnosi. Parliamo quindi di piante che si “reggono” da sole, senza bisogno di tutori o supporti di alcun tipo, e che tendono ad alzarsi dal suolo, in forma di cespuglio o di alberello basso.

Agli arbusti veri e propri si possono associare anche i “suffruticosi“, ovvero quelle tipologie che sono legnose solo alla base e la cui parte aerea il più delle volte sparisce in inverno per rivegetare a primavera (es. la Fucsia).

Le erbacee perenni sono quelle piante da giardino che non formano fusti legnosi, ma restano teneri e verdi. Solitamente sono meno alte degli arbusti veri e propri e alcune tipologie possono perdere la parte aerea durante l’inverno per rivegetare completamente in primavera.

Le Siepi sono quelle piante scelte non solo per valenza estetica, ma anche funzionale, poiché servono a separare e delimitare alcune aree del giardino per un migliore utilizzo dello spazio, a schermare il giardino alla vista esterna, a coprire elementi poco gradevoli.
Per questi scopi vengono utilizzate una serie di piante di differente tipologia, arbusti o conifere, ma che hanno alcune caratteristiche comuni, ad esempio il sopportare bene potature anche drastiche e presentare ramificazioni fitte, in modo da creare una superficie compatta.

Le piante da bordura sono quelle tipologie che non crescono molto in altezza e sono spesso utilizzate per contornare aiuole, vialetti e tutti quegli spazi che hanno bisogno di una “linea” di definizione. Anche in questi casi le varietà utilizzate sono diverse, tra piccoli arbusti ed erbacee perenni.

Come vedete le tipologie e gli abbinamenti sono praticamente infiniti, ecco perché consigliamo sempre di rivolgersi a personale esperto prima di fare la propria scelta, per meglio comprendere quale pianta possa adattarsi alle nostre necessità e alle condizioni climatiche del nostro giardino o balcone.

Le piante da esterno

Camelia

Camelia

La Camelia è un arbusto sempreverde acidofilo, molto apprezzato per la bellezza e delicatezza dei suoi grandi fiori. Ha foglie lucide e grandi, ottima base per i grandi fiori colorati.…

Canna Indica

Canna Indica

La Canna indica è una pianta bulbosa originaria dei climi tropicali. Sono splendide piante da utilizzare intorno a stagni e laghetti, per la loro tolleranza a terreni umidi. La fioritura,…

Carissa

Carissa

La Carissa grandiflora è un arbusto sempreverde, con rami spinosi e grandi foglie di un bel verde lucido. I fiori, bianchi e a forma di stella sono deliziosamente profumati e…

Cestrum nocturnum

Cestrum nocturnum

Il Cestrum nocturnum è uno splendido cespuglio con rami sottili e lunghi, leggermente pendenti. È conosciuto soprattutto per la sua fioritura profumatissima nel periodo primaverile ed estivo (in aree particolarmente…

Chamaerops

Chamaerops

Il Chamaerops è una tipologia di palmizia molto diffusa nei giardini ma che cresce anche spontanea nelle nostre zone. Sempreverde, è molto apprezzata per le foglie ampie, a ventaglio, che…

Cineraria

Cineraria

Tra le piante con fiori che sbocciano tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera una delle nostre preferite è la Cineraria. Potresti conoscerla anche col nome di Senecio, e…

Cipresso (Cupressus)

Cipresso (Cupressus)

Famiglia di conifere molto apprezzate per la loro utilità come barriere, siepi ed alberature isolate. Le tipologie comunemente utilizzate sono diverse, ognuna con le sue caratteristiche. Il Cupressus arizonica, dalla…

Coleonema

Coleonema

Il Coleonema pulchrum è uno splendido cespuglio conosciuto anche come pianta del vento, grazie alle sue fronde morbide che ondeggiano anche in presenza di un minimo di brezza. Le foglie…