Cactusfollia

Cactusfollia

Inauguriamo l’autunno con un grande classico per il vivaio Casanatura: Cactusfollia!
Torna l’evento dedicato al mondo della piante grasse, con tantissime novità nell’assortimento e nelle varietà.
Oltre alle piante potrete ammirare anche le nostre composizioni, dalle piccole ciotoline alle grandi realizzazioni per l’arredamento della vostra casa, e tutti i materiali per realizzare le vostre composizioni direttamente a casa.


Quest’anno Cactusfollia cresce! Partiamo domenica 23 settembre con i nostri allestimenti migliori e per tutta la settimana potrete approfittare delle nostre offerte.
Concluderemo questa grande festa domenica 30 settembre con un evento speciale: a partire dalle ore 11.00 saranno con noi i ragazzi di Kokedamanti per una dimostrazione gratuita su come realizzare i Kokedama, piccole meraviglie tipiche della tradizione giapponese e molto utilizzate come complemento d’arredo.

 

I nostri amici di Kokedamanti ci danno alcuni consigli su come gestire con facilità i nostri Kokedama:

” Letteralmente Koke ​(muschio) Dama ​(sfera). Kokedama (Ko Kay Da Ma)​ e’ una sfera di terra (ketotsuchi​)e argilla (akadama​) ricoperta di muschio ​all’interno della quale viene coltivata una pianta. Nascono dall’unione di tre tecniche dedicate all’arte dei bonsai come il NEARAI (pianta rimossa dal suo vaso ed appoggiata su un supporto piatto), il KUSAMONO (una sorta di bonsai di erbacee) ed il BONSAI ​vero e proprio.

KOKEDAMA E FENG SHUI
Il FENG SHUI​, filosofia che rapporta l’uomo e lo spazio abitativo con l’energia vibrante (CHI), considera le piante elementi eccellenti per equilibrare l’energia di casa e ufficio. Se coltivata in kokedama la pianta può rilasciare liberamente il CHI nello spazio che la circonda non avendo più la limitazione dell’involucro (vaso). Per questo motivo le kokedama, appese nel punto giusto, apportano equilibrio tra le energie, creano un’atmosfera rilassante, attraggono denaro o fungono da scudo contro gli elementi negativi.

COME CURARE LA VOSTRA KOKEDAMA
Data la ridotta quantità di terra, le piante tendono a rimanere piccole e a sviluppare un apparato radicale adeguato alle misure della sfera, soprattutto se sottoposte ad una potatura regolare anche di eventuali radici che spuntano.. Al contrario, nel caso in cui si voglia lasciar crescere la pianta, una volta spuntate le radici dalla kokedama basterà eliminare il filo che avvolge il muschio, allargare la parte interessata dalle radici e appoggiarla sul terreno smosso.

ANNAFFIATURA: ​le Kokedama vanno annaffiate per immersione: riempite un contenitore con una quantità di acqua necessaria ad arrivare all’apice della sfera e lasciatela completamente immersa per qualche minuto; quindi rimuovetela e strizzatela delicatamente in modo da togliere l’acqua in eccesso dal muschio. Le esigenze idriche delle piante restano più o meno le stesse che hanno in vaso, quindi regolatevi di conseguenza per la frequenza delle immersioni!

SOLE: ​le Kokedama non sono di plastica, sono PIANTE REALI, VIVE​, esattamente come quelle del vostro giardino o appartamento, sono solo di dimensioni ridotte ma hanno le stesse esigenze di tutte le piante. L’esposizione diretta ai raggi solari è quindi da rapportare al bisogno di luce o meno della pianta che avete scelto per la vostra Kokedama. ”

 

Domenica 30 settembre potrete ammirare e acquistare i loro lavori, inoltre li trovate sempre sulla loro pagina facebook Kokedamanti